Il Commissario Montalbano è una fortunata serie tv che ha per protagonista Luca Zingaretti (nel ruolo del Commissario), nata dalla penna di Andrea Camilleri.
Nei suoi libri, e di conseguenza nella trasposizione televisiva, l’autore ci ha regalato un’immagine della Sicilia autentica, ricca di sfumature, paesaggi caldi e luoghi da incanto.

I luoghi di Montalbano in Sicilia

I nomi delle località sono spesso di fantasia, ma le location sono reali come non mai: e così la città immaginaria di Vigata, si riferiresce a Porto Empedocle, dove l’autore è nato. E, ancora, Sciacca è Fiacca, Menfi è Merfi, Raffadali è Raccadali, Gela è Fela, Ragusa è Montelusa (l’area più frequente di ripresa) e Donnalucata è Marina di Vigàta.  Iniziamo insieme il tour dei luoghi che ci hanno incantato sin dal primo episodio.

Spiaggia e faro di Punta Secca – La casa di Montalbano

La casa di Salvo Montalbano a Marinella con la sua bellissima terrazza, è nella realtà la spiaggia di Punta Secca, una frazione di Santa Croce Camerina, vicino a Marina di Ragusa. Si trova sempre Punta Secca il famoso faro onnipresente nella serie.

Casa di Montalbano

Un post condiviso da calogeroag (@calogeroag) in data:

Vigata e il commissariato – Municipio di Scicli

La maggior parte delle scene del commissario Montalbano si svolgono nel Commissariato della cittadina di Vigata (nome di fantasia), che in realtà è il Municipio di Scicli, in provincia di Ragusa. Il centro storico della cittadina barocca è nella lista Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Scicli - 10

Sempre a Scicli si può visitare Palazzo Iacono, che nella fiction è il luogo scelto per ambientare gli esterni della questura di Montelusa.

Palazzo Iacono
Palazzo Iacono © visitvigata.com

Ragusa, Ibla

Nelle scene del film, famosa è la piazza con la scalinata che conduce alla chiesa nel cuore di Vigata. Il luogo che in realtà ospita la serie tv è Ibla, il quartiere più antico di Ragusa e la chiesa è il Duomo di San Giorgio.

Ragusa Ibla - Duomo di San Giorgio

Agrigento

Per arrivare da Montelusa a Vigata c’era macari una strauzza abbandonata che al commissario piaceva assà. La pigliò […], fermò l’auto, scinnì, s’infrattò verso una macchia al centro della quale sorgeva un gigantesco olivo saraceno, di quelli storti e contorti che strisciano sulla terra come serpenti prima di alzarsi verso il cielo. S’assittò sopra un ramo, s’addrumò una sigaretta, principiò a ragionare sui fatti della matinata.

(Andrea Camilleri, La voce del violino, Sellerio, 1997, pp. 136-137.)

La campagna nei dintorni di Agrigento che cita Camilleri è in realtà quella che circonda il Tempio della Concordia ad Agrigento

agrigento tempio concordia
Tempio della Concordia

Porto Empedocle

Una strada di Vigata che si vede spesso nelle puntate di Montalbano si trova in realtà a Porto Empedocle.  Una nota curiosa: nel 2003 la cittadina siciliana ha chiesto ad Andrea Camilleri il permesso di adottare Vigata come secondo nome. Percorrendo l’autostrada si troverà così l’uscita “Vigata-Porto Empedocle”.

porto empedocle

Samperi – La Mannàra

La Mánnara, è una fabbrica che si vede in un episodio della serie tv. In realtà la famosa Fornace Penna, un monumento di archeologia industriale che si trova in contrada Pisciotto a Sampieri, frazione del comune di Scicli.

Fornace Penna

Lampedusa e l’Isola dei Conigli

Nell’episodio Il senso del tatto, Montalbano trascorre un weekend con Livia, la fidanzata di sempre, nell’isola di Levanza.
Le scene del film sono state girate nelle acque cristalline di Lampedusa, sulla Spiaggia dei Conigli.

Spiaggia dei Conigli

Il Castello di Donnafugata

Il famoso Castello di Donnafugata, a circa 15 km da Ragusa, una sontuosa dimora nobiliare del tardo ‘800 è il luogo che ospita, nella fiction, la casa di Don Balduccio Sinagra, un vecchio boss mafioso ormai ritiratosi a vita privata, e la terrazza su cui il Commissario lo incontra nell’episodio La gita a Tindari.

Castello di Donnafugata [XVIIe-XIXe]- Ragusa (Sicilia)

 

Castello di Donnafugata
Castello di Donnafugata (dett.) © /shutterstock.com

Tindari

La gita a Tindari è un episodio dello sceneggiato televisivo: Tindari esiste davvero, è una frazione del Golfo di Patti, comune italiano della provincia di Messina.

Tindari

Noto

A Noto, gioiello del barocco siciliano, è stato ricostruito il carcere di Vigata. L’imponente Convento di San Tommaso, che ospita la casa circondariale è un luogo che il Commissario frequenta spesso. In un episodio accompagna persino Pasquale, il figlio di Adelina, la sua cameriera.

noto chiesa san francesco
Noto – Chiesa di San Francesco d’Assisi all’Immacolata

 

Ispica

Nell’episodio “La luna di carta”, Montalbano si reca in una gioielleria per indagare su Angelo Pardo.

Il loggiato del Sinatra
Il loggiato del Sinatra
Print Friendly, PDF & Email