di Chiara Mastroleo

La Provenza è una delle regioni francesi più famose e visitate. I turisti amano venire in questi luoghi poiché ricchi di natura ma anche di storia e poi, caratteristica da non sottovalutare, è la loro vicinanza al confine italiano. In Provenza si mescolano bellezze naturalistiche e paesaggistiche ricche di antichità romane e con paesini dalla tradizione invidiabile. Oggi cercheremo di proporvi un tour rilassante ma allo stesso tempo denso di tappe e visite. Prima però di passare a tutto ciò vediamo come è meglio spostarsi in questi fantastici luoghi.

–> Dove dormire in Provenza

Cosa vedere in Provenza

Come muoversi

La Provenza è tutto sommato una regione abbastanza piccola e in estate è possibile godere di un clima caldo ma ventilato grazie alla vicinanza del mare. Il mezzo migliore per visitare questa regione è mediante una moto: vi permetterà di coprire le distanze in tempi brevi e allo stesso tempo di poter assaporare gli odori della natura grazie al fatto di essere comunque all’aria aperta.

Un post condiviso da Celeste Garavana (@_mi.son.cele_) in data:


Altro mezzo di trasporto indicato è la propria automobile. Dopotutto la distanza dal confine italiano è minima, e quindi è un luogo facile da raggiungere. Inoltre le strade sono ben tenute e anche le indicazioni sono molte e precise. Se invece siete degli sportivi e volete unire allenamento e cultura, un tour in bicicletta potrebbe fare al caso vostro. Potete pensare di portare la vostra da casa se siete dei patiti oppure potete noleggiarne una in loco. Ci sono molti negozi soprattutto nelle grandi città adibiti a questo business, se siete fortunati potrete trovare biciclette a noleggio anche nel vostro hotel.

Dopo aver scoperto come girare la regione non resta che capire cosa visitare!

Palazzo dei Papi di Avignone

Il tour deve sicuramente iniziare dal Palazzo dei Papi di Avignone. È proprio qui dove si spostò la sede del papato per circa settant’anni durante il quattordicesimo secolo. Questo periodo della storia è proprio detto “cattività Avignonese”, un po’ come se i papi fossero stati obbligati a risiedere lontano da Roma. In realtà questa fu una loro scelta per sfuggire ai disordini che occorsero nella vecchia capitale dell’impero.

Leggi anche:   Viaggio a Parigi: il fascino della Ville Lumiere

Il palazzo, come ogni sede papale, è ricco di sfarzo e di opere d’arte. Potrete visitarlo e rimanere incantati dalla sua bellezza, così come dall’immensità dei giardini. Non perdetevi la grande sala delle udienze dove si riuniva la corte per giudicare le vicende apostoliche.

provenza Palazzo dei Papi

Arles, tra vestigia romane e il profumo di lavanda

Seconda meta del vostro viaggio deve assolutamente essere Arles, una piccola cittadina situata sulla riva sinistra del Rodano, a due passi da Camargue. Ad Arles si trovano una miriade di rovine romane: vi sembrerà di essere tornati indietro nel tempo. Affascinanti anche le rovine del teatro romano, un tempo considerato il fulcro della città. D’estate è qui che si tengono concerti e feste. Il tutto è arricchito dai fantastici colori provenzali e dai profumi di fiori come la lavanda.

Arles Arena Amphitheater Wide

Camargue, spiagge incontaminate e fenicotteri rosa

Già che ci siete fate poi un salto a Camargue dove potrete ammirare spiagge incontaminate e saline per un totale di 75 mila metri quadrati. Se siete amanti dei cavalli non perdetevi la classica passeggiata a cavallo sulla spiaggia.
Non lasciatevi sfuggire il Parc Ornithologique de Pont de Gau dove potrete ammirare i fenicotteri rosa e decidere di immortalarli nei vostri scatti: usciranno foto davvero deliziose grazie al colore dei volatili.

#camargue

Aix-en-Provence, l’antica capitale della regione

Passate poi una giornata ad Aix-en-Provence, antica capitale della regione. Si tratta di una città sofisticata, ricca di piazze e minuscole vie. Qui sgorgano anche acque termali, ecco perché in nome aix. La città è molto celebre nell’arte poiché ispirò molti quadri al noto pittore Paul Cezanne.

Aix-en-Provence

Campi di lavanda del Louberon

Se siete amanti dei fiori e della natura vi consigliamo di visitare la magnifica tenuta di campi di lavanda del Louberon. Qui si trova una meravigliosa abbazia fondata oramai nel lontano dodidecismo secolo dai circestensi. Potrete visitare gli antichi luoghi frequentati dai monaci e i magnifici campi di lavanda che si trovano attorno. Godrete di profumi inebrianti che solo questo luogo può donare e (mi raccomando senza farvi vedere :-)), potrete rubare qualche fiore profumatissimo da portare con voi come ricordo!

Leggi anche:   Parigi, il cimitero degli artisti

provenza-campo-di-lavanda louberon

Martigues, la Venezia francese

Infine vi consigliamo un giro nella Venezia della Francia: Martigues. In questo paesino costruito lungo il fiume potrete godere di un po’ di relax dopo le fatiche del viaggio. Numerosi artisti risiedono e risiedettero qui in passarlo, potrete ricalcare le loro orme.

provenza martigues

Il nostro tour finisce qui, vi consigliamo però di fare anche una capatina al mare, in Costa azzurra.

Ora manca solo una cosa, capire dove risiedere durante questi sette giorni di viaggio.

Dove alloggiare in Provenza

Secondo noi la cosa migliore è scegliere una base e stanziare lì per tutto il periodo. I posti da visitare infatti sono tutti molto vicini e non vi costerà grande fatica spostarvi ogni giorno con il vostro mezzo. Sicuramente sarà più comodo che continuare a fare e disfare valige ogni due-tre giorni. Potrete scegliere tra diversi tipi di strutture.
Gli Chambers d’hotes sono i primi che vi proponiamo. Cosa saranno mai? Il nome francese Chambers d’hotes si usa solitamente per delineare i nostri “bed and breakfast”. In genere sono sempre molto ben curati, puliti e comodi. Il personale è sempre accogliente e disponibile a servire ogni vostra esigenza. La colazione molto buona e abbondante, mediterranea ma con un tocco d’oltralpe.

Potete optare per l’affitto di un Mas, tipica casa colonica in pietra della zona dalle classiche imposte colorate. Qui vi sentirete immediatamente provenzali al cento per cento, come per magia.

Ottima scelta sono anche le Gites rourax, le case di campagna immerse in paesaggi splendidi. Questa sistemazione è adatta agli amanti dei profumi, della natura e dei colori.  Infine se si è un po’ a corto di budget non disdegnate gli ostelli, qui potrete fare amicizie e incontrare molti giovani alla scoperta degli stessi luoghi che anche voi desiderate scoprire. Se invece siete molto esigenti e in cerca del lusso optate per gli hotel di Aix-en-Provence.

La Provenza sarà un viaggio che porterete sempre dentro di voi. Lasciatevi trasportare dai colori e profumi che è in grado di regalare e ricordate che anche il più piccolo borgo nasconde un fascino incantevole.

Print Friendly, PDF & Email