Home > Europa > Francia > Viaggio a Parigi: il fascino della Ville Lumiere
Viaggio a Parigi: il fascino della Ville Lumiere

Viaggio a Parigi: il fascino della Ville Lumiere

Parigi è la capitale della Francia, nonché uno dei più importanti centri urbani di tutta Europa. Situata nel centro-nord del paese ed attraversata del fiume Senna, la città è una vera e propria perla per il turismo, con le sue numerosissime attrazioni, con i suoi luoghi magici dove il tempo pare essersi fermato e con il suo grande fascino storico.

tour eiffel sera

La Tour Eiffel

Parigi, diario di viaggio

Arrivare a Parigi è molto semplice, vista la sua posizione favorevole. In aereo ci sono numerosi voli dall’Italia ogni giorno; il tempo di percorrenza è di 1 ora e mezza da Milano e 2 ore da Roma.
Gli aeroporti disponibili sono tre: Charles de Gaulle, Orly e Beauvais (dove atterrano prevalentemente alcuni voli low-cost).
Grazie alla linea ad alta velocità è comodo raggiungere la capitale francese anche in treno; in poche ore si arriva direttamente nel cuore della città. Oppure, per gli amanti dei viaggi su strada, è possibile arrivare in pullman, con viaggi giornalieri dalle principali città italiane.

Parigi come muoversi e dove alloggiare

Parigi è una città dotata di una rete metropolitana eccezionale, che copre in maniera capillare la città. Le 11 linee presenti vi aiuteranno a girare senza problemi, consentendovi di raggiungere qualsiasi destinazione.
Il biglietto per una corsa costa 1.70€, mentre il carnet da 10 viaggi 13.30€.
Tuttavia, per chi si dovesse fermare un po’ di tempo, consiglio la carta Paris Visite, che consente di non dover più preoccuparsi di biglietti e viaggi. In primavera ed in estate però, se non si hanno particolari esigenze dettate dalle tempistiche, il mio consiglio è di viaggiare con i mezzi di superficie, principalmente gli autobus e la RER (Réseau Express Régional).
Gli autobus coprono per intero l’area metropolitana, consentendo spostamenti rapidi, mentre la RER, rete di treni in superficie, collega in maniera ottimale il cuore della città con le periferie. Numerosissimi sono anche i taxi, reperibili ovunque, anche se non proprio economici.

fiume senna La disponibilità di alloggi nella capitale è altissima, essendo Parigi una città fortemente votata al turismo. A seconda del tipo di visita è conveniente scegliere una zona diversa dove alloggiare.
Per un viaggio d’affari molto probabilmente è più conveniente trovare un posto nei pressi de La Defense, distretto finanziario parigino (il più grande d’Europa), mentre per un viaggio romantico sono consigliate più le zone di Montmartre e nei pressi della Tour Eiffel.
Per chi invece si recasse a Parigi per godere soprattutto della vita notturna consigliata la zona dell’undicesimo arrondissement, specialmente in Rue de Oberkampf, dove i locali di certo non mancano.
Esistono alloggi per tutti i gusti e per tutte le tasche, sta a voi avere un po’ di fantasia e scegliere un luogo che più vi piace o che più vi è comodo.

Cosa visitare a Parigi in pochi giorni

Il simbolo indiscusso di Parigi è la Tour Eiffel, splendida opera che porta la firma di Gustave Eiffel e che da sempre ha caratterizzato non solo la città francese ma proprio l’intero paese.
Dal 1889, anno della sua inaugurazione, oltre 250 milioni di persone hanno visitato questa fantastica costruzione. Per raggiungere la cima della torre ci sono due possibilità: la prima è quella di servirsi dei veloci ascensori (sono ancora quelli originali del 1889), la seconda è quella di affrontare i 1665 scalini che vi porteranno a dominare Parigi dall’alto.
Molto suggestivo arrivarci dal Trocadero, lo spettacolo che vi troverete davanti sarà meraviglioso.
Ancor più bello se la vostra visita sarà tra le 22 e l’1 di notte, quando la torre, allo scoccare di ogni ora, per 10 minuti viene completamente illuminata da oltre 20 mila luci intermittenti che creano uno spettacolo unico.
Inizialmente questa installazione luminosa era dedicata solo al passaggio al nuovo millennio, in seguito, viste le pressioni degli abitanti, si è deciso di mantenerla fissa.
Una passeggiata fino ai piedi della Tour Eiffel è un must se vi recate nella capitale per un viaggio romantico. Al primo piano della torre è presente anche un ristorante di lusso.

Altri due luoghi da non perdere assolutamente sono le due cattedrali: Notre Dame e Le Sacre Coeur.
La prima citata è sicuramente la più famosa, vuoi per la storia di Quasimodo ed Esmeralda, che noi tutti conosciamo, vuoi per la posizione centralissima nella città.
La cattedrale gotica per eccellenza infatti è posta nel cuore di Parigi, a pochi passi dalla Senna, in una zona davvero molto caratteristica, dove il tempo pare essersi fermato.
Sul lungo-Senna è infatti possibile ancora oggi incontrare dei suonatori ambulanti di organetto davvero molto pittoreschi.

vista tour de montparnasse

Panoramica Tour de Montparnasse

La basilica del Sacro Cuore si trova invece a Montmartre, nel diciottesimo arrondissement. E’ una struttura imponente, a cui vi si accede tramite una scalinata altrettanto imponente. Dal piazzale situato dinanzi alla basilica si domina l’intera città di Parigi.
Siete a Montmartre, luoghi di pittori, poeti e musicisti, dove la creatività è libera e il fascino del passato è praticamente intatto.
E’ uno dei luoghi più belli della città dove camminare e perdersi tra le mille stradine, scoprendo ristoranti e locali davvero graziosi (anche se un po’ costosi, sfruttando la fama del posto). Rimarrete incantati da questo luogo.

 

Se avete almeno un giorno di tempo a disposizione da dedicargli non potete non passare dal Museo del Louvre, il primo museo al mondo per visitatori (8.8 milioni l’anno).
Situato sulla rive droite, nel primo arrondissement, tra la Senna e Rue de Rivoli, il Louvre è caratterizzato dalla splendida piramide di vetro che si trova al centro della piazza.
Al suo interno potrete ammirare alcune delle più famose opere d’arte del mondo, come la Gioconda, la Vergine delle Rocce di Leonardo da Vinci, La Libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix, laVenere di Milo e la Nike di Samotracia.
Sono oltre 380000 gli oggetti esposti al Museo del Louvre. Per visitarlo bisogna armarsi di pazienza e di una mappa.
Arrivarci è molto semplice, basta scendere alla fermata della metropolitana di Parigi Palais Royal – Musée du Louvre.

 

Le attrazioni di Parigi sono davvero numerosissime. Percorrendo tutti i 1910 metri de L’Avenue des Champs-Élysées (letteralmente: il viale dei Campi Elisi) avrete modo di vedere altri due monumenti fondamentali di Parigi; il primo è l’Obelisco, situato in Place de la Concorde, vicino all’ Operà, mentre il secondo è l’Arco di Trionfo, sito in Place Charles de Gaulle. Se vi recate a Parigi intorno a metà luglio ricordatevi di passare dai Campi Elisi il 14 per ammirare l’annuale parata militare.

pere lachaise

Cimitero père lachaise

Nel quattordicesimo arrondissement invece si trova Montparnasse, incantevole quartiere che in passato è stato dimora di Picasso, Duchamp, Van Gogh, Modigliani e molti altri.
E’ contraddistinto dall’altissima Tour de Montparnasse, dove troviamo, al cinquantaseiesimo piano, un belvedere incredibile da cui dominare tutta Parigi.

A seconda di quando tempo trascorriate nella capitale francese potrete scegliere di visitare altre attrazioni come la reggia di Versailles (fuori Parigi), il Museo d’Orsay, Disneyland, Le Moulin Rouge a Pigalle.
Qui ogni luogo è carico di storia, non a caso la capitale francese ha un gemellaggio esclusivo con Roma, capitale italiana e città con forte impronta storica, che recita “Solo Parigi è degna di Roma; solo Roma è degna di Parigi”.

 

Cosa e dove mangiare a Parigi

La cucina francese è molto buona e a Parigi si mangia bene, tuttavia, vista la grande scelta è facile incorrere in qualche ristorante mediocre e guastarsi così l’esperienza culinaria parigina.
Ecco dunque alcuni posti garantiti dove mangiare bene:

Brasserie Lipp (151, boulevard Saint Germain – metro: Saint-Germain-des-Prés): si tratta della brasserie più famosa di Parigi, una vera e propria istituzione. I menù sono per tutte le tasche, dai 20 agli 80 euro, in genere.
L’arredamento inizio novecento ne fa un luogo unico. Vista la grande affluenza è sempre meglio prenotare.

A la Biche au bois (45, avenue Ledru-Rollin – metro: Bastille). “Mangiare bene” e “spendere poco” difficilmente vanno nella stessa frase, ad eccezione di quando si parla del ristorante A la Biche au bois. Qui infatti, con 25 euro, potrete prendere il menù da quattro portate. E’ un locale a conduzione familiare, tranquillo, con pochi turisti e camerieri sempre sorridenti. Unica pecca: chiuso sabato e domenica.

Le Quicampe (78, rue Quincampoix – metro: Les Halles, Rambuteau). Appena dietro al Centro Pompidou si trova Le Quincampe, ottimo ristorantino mascherato dietro le sembianze di un semplice bar.
Fino alle 19 infatti è una sala da té, mentre oltre quell’orario diventa un ottimo ristorante con cucina franco-marocchina.
La vera perla è il caminetto, fantastico nel periodo invernale.

Parigi è una città magica che, come tutti i luoghi del mondo, ha bisogno di essere attraversata a piedi in lungo e in largo per scoprirne la vera identità, i locali nascosti e le tanti piccole gioie che vi si possono ammirare.
Il mio consiglio pertanto è sempre quello di utilizzare tanto i mezzi di superficie e se possibile di girare molto a piedi senza una precisa meta. Solo così scoprirete la vera Parigi!

 

– A cura di Massimiliano –

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top