di Carmen Di Nardo

Decifrare codici, conoscere la simbologia e collegare tra loro segni e significati è l’arduo compito che è toccato a Robert Langdon (Tom Hanks), un esperto di simbologia, per provare la sua innocenza nell’assassinio del curatore del museo del Louvre, Jacques Saurnière. Cosa c’entra Leonardo da Vinci? Il corpo del curatore è stato trovato ricoperto di strani segni e nella posizione dell’uomo di Vitruvio di Leonardo Da Vinci. Il regista di questo thriller tanto discusso è il Premio Oscar Ron Howard.

Il trailer

Il Codice Da Vinci: luoghi del film a Parigi

1. Camera 512 dell’hotel Ritz di Place Vêndome

Svegliarsi nella camera 512 dellHotel Ritz di Place Vêndome, con il soffitto affrescato è già di per sé uno spettacolo ma per un appassionato del film “Il Codice Da Vinci” significa immergersi nella scena iniziale (primo capitolo del libro), in cui il professor Langdon, a mezzanotte e trentadue, si sveglia. Costruito nel XVIII secolo come residenza privata, solo nel 1898 César Ritz lo trasformò in un hotel di lusso, con le “prestige suite” chiamate col nome degli illustri ospiti che le occuparono: Prince de Galles; Marcel Proust; Charlie Chaplin; Cesar Ritz; Chopin; Francis Scott Fitzgerald; Coco Chanel; Maria Callas; Winsor.

Guarda l’Hotel Ritz su Booking.com

hotel ritz

2. Il museo di Louvre

“Museo del Louvre, Parigi ore 22.46. Il famoso curatore del Louvre, Jacques Saunière, raggiunse a fatica l’ingresso della Grande Galleria e corse verso il quadro più vicino a lui, un Caravaggio” (tratto dal Prologo del romanzo di Dan Brawn). Il romanzo e il film, anticipano, con un flash, la morte del curatore avvenuta nel museo del Louvre. Tuttavia è anche qui che comincia la caccia al tesoro di Robert e Sophie, proprio nella famosa piramide parigina che conserva capolavori assoluti del maestro Da Vinci come “la Gioconda” e “la Vergine delle Rocce”. Le scene sono state girate in notturna realmente nel museo. Prima di mettere piede nel più grande museo del mondo, con i suoi 60.000 metri quadri di grandezza, conviene avere una lista delle opere a cui dare la priorità, vista la ricchezza culturale che custodisce.

Leggi anche:   Mangia Prega Ama: i luoghi del film

davinci_code_film

3. Pont du Carrousel

A bordo di una Smart, Robert e Sophie scappano da Louvre e attraversano Pont du Carrousel, il ponte di Parigi che percorre la Senna, a pochi passi dal museo di Louvre (conosciuto anche come “Ponte di Louvre”). Con i suoi meravigliosi candelabri in ferro battuto ai lati del ponte, si respira un’atmosfera magica che ha ispirato artisti come l’americano Edward Hopper e l’italiano Paolo Frongia, i quali hanno riportato il ponte nei loro dipinti.

pont-du-carrousel-paris

4. La chiesa di Saint-Sulpice

Luogo di culto cattolico di Parigi, nel VI arrondissement della capitale francese, la chiesa di Saint-Sulpice, è diventata una tappa quasi obbligata per i fan del Codice Da Vinci, tanto da ritrovare un cartello in cui è espresso chiaramente che “contrariamene alle fantasiose teorie di un recente bestseller” la chiesa non è un tempio pagano. Prima di uscire dalla cattedrale è d’obbligo uno sguardo allo Gnomone del XVIII secolo ancora divinamente conservato all’interno della chiesa.

5. Montmartre: Angolo di Rue Becquerel / Rue de la Bonne

Alle spalle del Sacré-Cœur, si trova la casa di Silas, il monaco Killer dell’Opus Dei. La splendida collinetta di Montmartre sprigiona un fascino indescrivibile, romantico e bohèmien ma anche misterioso, con il suo dedalo di stradine che portano a diversi luoghi e opere da visitare. Infatti a soli 7 minuti a piedi è possibile raggiungere Rue Norvins dove si trova la Passe-Muraille (l’attraversa muri) una rappresentazione di Dutilleul, il protagonista di un racconto di Marcel Aymé, che perde improvvisamente il suo potere di attraversare i muri.

Da-Vinci-Code-Rue-Becquerel

6. Il Chateau de Villette, rue de la Maison Blanche in Condécourt

Per nascondersi Robert e Sophie sceglieranno la residenza di Sir Leigh Teabing vicino Versailles, il Chateau de Villette, costruito nel XVII secolo e designato come uno dei più importanti storici Château in Francia. Gli splendidi giardini della dimora furono progettati da Andre Le Notre, colui che creò anche i giardini di Versailles.

Leggi anche:   Lecce. Mine Vaganti: i luoghi più belli del film di Ozpetek

Château de Villette

Il Codice Da Vinci: luoghi del film in Inghilterra

1. Temple Church: la chiesa dei Templari

La prima tappa che Robert, Sophie e Leigh faranno una volta giunti a Londra sarà la Temple Church, convinti, erroneamente, che sia la chiesa indicata nel Cryptex.  Qui avviene un importante colpo di scena, Leigh Teabing rivelerà ai due la sua vera identità. Luogo in cui poter ammirare le tombe dei templari, viste anche nel film e narrate nel libro, la chiesa è composta da la Round Church, che è la parte antica ed anche l’ingresso, e the Chancel, il secondo edificio annesso.

The Temple Church London

2. Abbazia di Westminster

Imperdibile la visita ad un luogo di culto anglicano di Londra, ma anche divenuto Patrimonio Unesco, ovvero l’Abbazia di Westminster. Luogo di incoronazione dei Re d’Inghilterra dopo la cattedrale di San Paolo, nel film si trasforma in una tappa fondamentale per la risoluzione dell’enigma. Infatti Robert e Sophia raggiungono l’abbazia per recarsi sulla tomba di Sir Isaac Newton, membro del Priorato di Sion.  Ma sono tanti gli illustri esponenti della cultura inglese le cui tombe sono custodite nell’abbazia, come Charles Darwin, Geoffrey Chaucer, Charles Dickens.

Westminster Abbey London

3. Winchester Cathedral, Hampshire

La Sony Pictures decise di trasformare anche gli interni di questa maestosa cattedrale in un set cinematografico e per farlo pagò una fee di 20.000 sterline. Tra le numerose opere d’arte da vedere e l’architettura da ammirare, uno sguardo merita anche la tomba di Jane Austen.

Jane Austen sculpture at Winchester Cathedral (2)

Il Codice Da Vinci: luoghi del film a Edimburgo

1. La Cappella di Rosslyn da Edimburgo

La scena in cui sarà svelato il mistero del sacro Graal non poteva che esser girata nella Rosslyn Chapel, luogo in cui Sophie scopre la sua vera natura. Uno dei posti misteriosi per eccellenza, luogo di miti e leggende, che alcuni studiosi sostengono custodisca il sacro Graal nascosto nella colonna dell’apprendista. Si possono trascorrere ore a cercare di decifrare il soffitto della splendida cappella.

Rosslyn Chapel (02) - Scotland

Print Friendly, PDF & Email