L’ultimo viaggio che ho fatto è stato in occasione di un evento di ballo a cui dovevo partecipare, in Olanda. L’evento si teneva a Utrecht durante il fine settimana, così abbiamo deciso di allungare i giorni di permanenza per cogliere l’occasione di visitare meglio l’Olanda, nazione che generalmente accoglie i turiti diretti ad Amsterdam.  In realtà l’idea di allungare la nostra permanenza è nata studiando costi e orari dei voli per Amsterdam (aeroporto più vicino a Utrech), che come sempre sono particolarmente costosi.
Ci siamo così resi conto che con il costo del volo per Amsterdam, avremmo pagato il volo per Rotterdam + pernotto + treno per Utrecht. E così abbiamo scelto di partire un giorno prima aggiungere una destinazione al nostro viaggio.

Lost In Rotterdam from The Lost Avocado on Vimeo.

Cosa vedere a Rotterdam

Quando sono arrivata all’aeroporto di Rotterdam ho subito avvertito la sensazone di pace e tranquillità: no smog, poche persone, niente schiamazzi, tanto spazio. Tutto il contrario di Roma (o della stessa Amsterdam). Rotterdam è una città misura d’uomo, dove la vita scorre tranquilla e ogni cosa sembra essere al proprio posto. Sapevo inoltre che di antico e storico ci fosse ben poco, essendo stata rasa al suolo durante la 2°guerra mondiale, Rotterdam infatti è una città che ha dovuto più volte reinventarsi: qui a fare da padroni sono il design e l’architettura moderna. È anche il porto più grande d’Europa e uno dei più importanti al mondo, ma anche città multietnica con 176 nazionalità diverse (circa il 50% della popolazione è costituita da stranieri).

Witte de Withstraat

Ma il luogo che più ho adorato è stato l’Ostello dove abbiamo pernottato, King Kong Hostel, situato nel pieno della via della movida: un’atmosfera bellissima, da un lato e dall’altro tutti i locali avevano i tavoli all’esterno, compreso il nostro Ostello che all’entrata aveva il bancone del bar. Un’ottima occasione insomma per chi ama godere della bella stagione e contemporaneamente vivere la movida cittadina. Witte de Withstraat è probabilmente il posto più hipster di Rotterdam, ovvero il luogo perfetto per un caffè all’aperto, una passeggiata tra negozi di design e boutiques, o per una cena a pochi passi dal centro e dal ponte di Erasmo.

Rotterdam Witte de Withstraat

Quartiere Oude Haven

Lo sfondo di imponenti navi storiche rende l’Oude Haven (Porto Vecchio) un luogo della movida locale, ideale per incontrarsi, mangiare, bere e ballare. Nei giorni di estate, le terrazze dei bar e ristoranti come Noah (votato miglior cocktail bar in Olanda) sono pieni fino alle ore piccole. Proprio dietro “The White House”, il primo grattacielo d’Europa, troverete il caffè Het Witte Huis, aperto fino a tardi per bevande e pasti.  A Oude Haven si arriva sempre con la metropolitana o il treno (fermata Blaak) o con il watertaxi.

 

Le Case cubiche di Piet Blom

Le cosiddette “case cubiche” (in olandese: kubuswoningen), sono un originalissimo progetto architettonico, caratterizzato da vari edifici a forma di cubo rovesciato, che fu ideato negli anni settanta dall’architetto olandese Piet Blom. L’effetto ottico è senza dubbio affascinante. Dal 2009, alcuni appartamenti sono anche adibiti ad ostello.

 

Leggi anche:   Tre giorni a spasso per Amsterdam: itinerario

Markthal

Il Markthal è una struttura incredibile. Si sviluppa su 11 piani, adibiti a uffici e ad appartamenti residenziali, mentre a pian terreno è spazio mercato in vetro e acciaio, con volta coloratissima in tema natura. È stato inaugurato il 1 ottobre 2014 ed è uno dei progetti turistici su cui Rotterdam ha puntato tantissimo. Si trova vicino alla stazione Blaak e di fronte le Case Cubiche. Qui potrete gustare tutte le tipicicità gastronomiche olandesi, dai formaggi, al pane, alle crocchette, all’aringa, a non solo (io per esempio non dimenticherò la cheesecake al mango!). Presenti ogni tipo di cucina etnica e chioschi di frutta, proposte per vegani, vini e soprattutto dolci. Insomma, è il posto in cui potete sbirciare ma anche sedervi e pranzare in tutta comodità. Generalmente è aperto dalle 10 alle 20, tranne il venerdì che chiude alle 21 e la domenica alle 18.

rotterdam markthal

rotterdam markthal

Chiesa di San Lorenzo (Laurenskerk)

La chiesa di San Lorenzo è l’unico edificio rimanente della città medievale. Sembra quasi non c’entri niente con tutto il resto, anche se in realtà per i cittadini di Rotterdam la Laurenskerk è il simbolo della storia di questa città. La storia racconta che chi contribuiva alla costruzione della torre con 3000 mattoni poteva comprarsi la cittadinanza di Rotterdam.

Rotterdam Laurenskerk

Casa di Erasmus da Rotterdam (Monumento)

Desiderius Erasmus nacque nel 1466 in una piccola casa in un vicolo tra Hoogstraat e Laurenskerk. L’edificio è stato lì per secoli, ma fu demolito alla fine del XIX secolo, quando l’intera area fu distrutta durante i bombardamenti del 1940: dopo era difficile dire dove fosse esattamente la casa.  Ma dal 2016 il posto è stato segnato con un monumento in stile fumetto ricoperto di piastrelle blu di Delft con il ritratto e le parole del grande uomo.

Alcuni dati [fonte]: Artista: Diana de Graaf, Maaike Disco, Reinier de Gooijer; year: 2016 Location: Grotekerkplein

 

Leggi anche:   Tre giorni a spasso per Amsterdam: itinerario

Erasmus Bridge e tour con il battello Spido

Rotterdam è una città che si visita in poco tempo, un giro sul battello aiuta a comprenderla meglio. Ovviamente non è come il tour tra i canali di Amsterdam, quello di Rotterdam è praticamente come essere in mare e vi permetterà di ammirare la skyline della città e la possibilità di passare sotto il bellissimo ponte di Erasmo. È proprio sotto l’Erasmusburg che lo Spido, un battello modernissimo, salpa ogni giorno dal porticciolo per un tour tra gli enormi canali alla scoperta dei bellissimi edifici di Rotterdam, dei grattacieli di Rem Koolhass, Renzo Piano e Álvaro Siza, e del porto grandioso. 75 minuti la durata del tour completo, con audioguide a bordo in inglese e in molte altre lingue.

Rotterdam erasmus bridge

spido

Altri luoghi da vedere a Rotterdam

Luchtsingel bridge

Il ponte pedonale Luchtsingel a Rotterdam è la prima infrastruttura pubblica ad essere stata realizzata attraverso il crowdfunding: i nomi dei donatori compaiono sui singoli tasselli che costituiscono il ponte, completamente realizzato in legno. Il progetto è nato dalla necessità di unire tre aree della città non collegate tra loro. Insomma, su questo ponte tutto giallo sopra Rotterdam vi potete fare una delle più belle passeggiate della città.

I Musei di Rotterdam

Il Fotomuseum si trova nei pressi dall’Erasmus bridge, sul fiume Mosa. È uno dei musei di fotografia più belli del mondo, oltre che uno dei più grandi del Paese. Le mostre sono distribuite su più piani e nel piano inferiore è possibile ripercorrere la storia della fotografia in modo interattivo.

Il Kunsthal è un’istituzione in città. Si trova alla fine di Witte de Withstraat, nel quartiere dei musei. Il Kunsthal si differenzia dagli altri per il fatto di non avere una collezione permanente. Le esibizioni cambiano continuamente e il museo arriva ad ospitare fino a 25 mostre l’anno.

Il Museo Boijmans Van Beuningen è uno dei musei più belli di tutta l’Olanda e il principale di Rotterdam. Ospita collezioni di artisti internazionali e designer olandesi dal medioevo al 21esimo secolo.

Dove fare Shopping

A Rotterdam è possibile fare dell’ottimo shopping tra le sue bellissime boutiques e negozi super trendy, pieni di chicche di designer locali o stilisti giovanissimi. Generalmente i negozi sono aperti 7 giorni su 7, tra le 10:00 e le 18:00. La via più famosa per lo shopping è Lijnbaan. Ma se siete in visita nella città, due altri indirizzi non dovrete assolutamente perdervi: Hema, in cui acquistare articoli per la casa dal design low-cost, e GROOS, un concept store con gli accessori più cool in circolazione, ma anche lampade, sneakers, skateboards, ecc.

Print Friendly, PDF & Email