di Mariangela Tortorella

Prima di tutto ci tengo a presentarmi, mi chiamo Mariangela e sono lucana, ovvero sono nata in Basilicata.

Fino a qualche anno fa la mia regione era sconosciuta ai più, insieme al Molise eravamo un po’ i luoghi fantasmi dell’Italia, nessuno sapeva bene dove collocarci o cosa visitare davvero.

Cosa vedere e sapere di Matera

Nel 2010 esce nelle sale cinematografiche il film del mio conterraneo Rocco Papaleo, celebre attore e produttore italiano. Sto parlando di “Basilicata cost to cost.  Un film che ha raccontato in maniera delicata, ironica e originale, i posti antichi e incantati della mia terra.

Qualche anno dopo, nel 2014 Matera – già patrimonio dell’Unesco – è stata designata Capitale Europea della Cultura per il 2019.

Due eventi apparentemente lontani che hanno sicuramente contribuito a dare una svolta al destino della mia regione, ovvero hanno dato voce e volto ad una terra che per anni si era umilmente “nascosta”, quasi poco orgogliosa di ciò che possiede.

E poiché di bellezze da mostrare la Basilicata ne ha davvero tante, voglio provare a raccontarvele un po’ per volta, cominciando proprio con MATERA, ovvero la città dei sassi.

Un post condiviso da Alessandro Crinisio (@alecrinisio) in data:

Chiunque veda Matera non può non restarne colpito tanto è espressiva e toccante la sua dolente bellezza.

Queste le parole di Carlo Levi dedicate ad una delle città più antiche al mondo. Un concentrato di storia, arte e bellezza, Matera è una città che arriva dritta al cuore!!

Se ancora non ci sei mai stato allora questi sono i luoghi che non dovrai assolutamente perdere quando deciderai di visitarla.

I Sassi

Grotte, terrazzamenti, vicoli tortuosi, cunicoli sotterranei e piccoli giardini che si incastrano e incrociano dando vita ad un panorama unico nel suo genere che nel 1993 è stato dichiarato Patrimonio dell’Unesco. Si tratta di antichissime abitazioni costruite nella roccia tufacea; sono due quelli principali: il Sasso Caveoso caratterizzato tantissimi affascinati portali scolpiti e il Sasso Barisano, con le case- grotte disposte a gradoni.

Leggi anche:   Puglia. Alla scoperta di Bari, città dal fascino unico

Un vero e proprio spettacolo, che ti toglierà il fiato!  Se poi sei appassionato di arte e fotografia, non potrai fare a meno di perderti tra vicoli, piccoli giardini e portoni.

Un post condiviso da Enzo Di Brindisi (@enzodibri) in data:

Il Palombaro Lungo

Nei pressi di Piazza Vittorio Veneto, situata nel cuore della Matera moderna, potrai ammirare una vera e propria cisterna idrica, la più grande della città vecchia. Il cosiddetto Palombaro Lungo, parte di una lunga rete di canali, realizzata prima dell’ottocento. Viene definita la “Cattedrale dell’acqua” e portava l’acqua dalla fonte naturale fino alla cisterna. Uno dei luoghi più suggestivi della città, è infatti profonda 15 metri e può essere percorsa a piedi attraverso cunicoli, grotte e cisterne.

 

LA La Cattedrale e le chiede

Situata sulla parte più alta della città si trova la Cattedrale di Matera, caratterizzata da un bellissimo portale decorato. Dalla sua posizione potrai ammirare un fantastico panorama sul Sasso Barisano. Oltre alla cattedrale, sicuramente non dovrai perdere le chiese rupestri che caratterizzano la città. Luoghi mistici come cripte, santuari, e basiliche sono sparpagliate per tutta Matera. Da visitare assolutamente la Cripta del Peccato Originale.

La casa-grotta

Nel 1952 Carlo Levi scriveva: “Nelle grotte dei Sassi si cela la capitale dei contadini, il cuore nascosto della loro antica civiltà”. La casa- grotta rappresenta l’abitazione tipica di Matera, una vera e propria casa scavata nella roccia. Situata nel Sasso Caveoso, rappresenta un piccolo “museo” di una cultura antica, che bene ti farà capire usi e costumi di una civiltà contadina. Fino al 1957 ci viveva una famiglia di 11 persone, più gli animali. Una chicca da non perdere se vuoi rivivere le emozioni del passato e comprendere la cultura materana. Sono disponibili guide e audioguide in tutte le lingue.

Un post condiviso da Alessio Casati (@ale1882) in data:

 

Leggi anche:   Visitare Colonia: cosa vedere in un giorno

IL Museo Musma

Il Museo della Scultura Contemporanea, ospitato nell’enorme Palazzo Pomeraci, conosciuto proprio per la sua maestosità come il “Palazzo delle cento stanze”. Il museo è ricco di una serie di opere d’arte tra sculture, ceramiche, gioielli, donati da artisti, collezionisti, gallerie private alla Fondazione Zétema. All’interno del palazzo anche collezioni permanenti, che raccontano la storia della scultura e del suo rapporto con l’uomo.

Un post condiviso da MUSMAmuseo (@musmamuseo) in data:

 

Le aree naturali

Il Parco della Murgia Materana, la Riserva Regionale San Giuliano ed il Colle Timmari sono le aree naturali che potrete poco fuori Matera. Posti incantevoli che mostrano lo straordinario lavoro fatto dalla natura. Il parco è raggiungibile attraverso sentieri percorribili a piedi. Insomma, se ami immergerti la natura sicuramente non potrai farti scappare questi luoghi incantevoli. Sono tante le escursioni organizzate, a piedi e anche in bici.

Forse i punti elencati sono un po’ pochi, ma rappresentano un po’ il concentrato del bello che la città ha da offrire. Tanto ancora da scoprire e da assaporare…

Un post condiviso da Jessica Weiss (@jessroma7) in data:

Print Friendly, PDF & Email