Home > Eventi > Eventi Emilia-Romagna > Mostra “Dardi d’Amore. Pittura e poesia nel Barocco emiliano”
Mostra “Dardi d’Amore. Pittura e poesia nel Barocco emiliano”

Mostra “Dardi d’Amore. Pittura e poesia nel Barocco emiliano”

Per l’edizione 2013 della Mostra Festivalfilosofia, inaugurata venerdì 13 settembre, è stato scelto un tema di grande attualità e fascino: Dardi d’Amore.

Erminia e Tancredi

Ludovico Lana, Erminia e Tancredi

Da una collaborazione tra tre istituti culturali del Palazzo dei Musei, Musei Civici, Galleria Estense e la Biblioteca Estense, e la partecipazione della Banca popolare dell’Emilia Romagna, nasce un’esposizione incentrata su alcuni capolavori dell’arte barocca custodite nelle loro rispettive collezioni. La mostra è stata allestita nella nuova sede espositiva al Museo Civico dell’arte di Modena, che è l’unico dei tre istituti a non avere subito danni dopo il terremoto del 2012.

Il precorso espositivo è l’insieme di opere risalenti al periodo tra il Cinquecento e il Settecento; l’esposizione propone una selezione di dipinti, sculture e rari volumi illustrati che narrano dell’amore simboleggiato dai dardi.

È soprattutto nel Seicento che l’iconografia di Cupido addormentato diventa protagonista delle opere di Guercino, Guido Reni e Lorenzo Pasinelli divenendo una divinità mitologica. L’oggetto più famoso di Cupido è la freccia, protagonista del dipinto di Alessandro Tiarni, come rappresentazione della forza pungente dell’amore, che impedisce il suicidio di Armida di Rinaldo, richiamando alcuni episodi della Gerusalemme liberata di Torquato Tasso.

Ad aggiungere valore all’esposizione, alcuni importanti dipinti appartenenti alla Banca popolare dell’Emilia Romagna, esposti in sale di rappresentanza della banca che in genere non sono aperti al pubblico. Le opere esposte sono di autori celebri come Manfredi, Franceschini, Salvator Rosa, Tiarini, Badalocchio, e Lana. Una guida realizzata per l’occasione illustra il tema scelto: la passione, l’amore, simboleggiata dai “dardi” che hanno ispirato il nome della mostra, e importanti opere, rendendone comprensibile l’iconografia, li mette a confronto sia con repertori di antichità che con testi poetici.

Durante l’autunno ci saranno conferenze di approfondimento che tratteranno temi come la poesia, la musica, la pittura e saranno organizzate ancora una volta in collaborazione tra i tre istituti già promotori dell’esposizione.

Info mostra Dardi d’amore

Dove
Museo Civico d’Arte, Palazzo dei Musei, Modena

Quando
Fino al 6 gennaio 2014

Orario
martedì-venerdì: 9-12; sabato,domenica e festivi: 10 -13 e 15 – 18

Biglietti
Ingresso gratuito

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top