Home > Eventi > Eventi Lazio > Mostra Escher Roma, Chiostro del Bramante | fino al 22 febbraio 2015
Mostra Escher Roma, Chiostro del Bramante | fino al 22 febbraio 2015

Mostra Escher Roma, Chiostro del Bramante | fino al 22 febbraio 2015

Se dovete visitare la mostra nel weekend, vi consigliamo di acquistare i biglietti online e di prenotare la fascia oraria di visita per usufruire della priorità. Per contenere l’alta affluenza di visitatori, i responsabili del Chiostro, hanno organizzato gli accessi alla mostra ogni 70-80 minuti. L’attesa ha luogo in una sala antistante dal momento in cui si acquistano i biglietti. Se ci si allontana si perde la priorità nella fila.

 

Il Chiostro del Bramante di Roma dedica una mostra antologica all’artista, incisore e grafico olandese Escher.

Oltre 150 opere tra cui i suoi capolavori più noti come Mano con sfera riflettente, Giorno e notte, Altro mondo II, Casa di scale (relatività), raccontano il linguaggio dell’artista che riusciva a creare un legame tra universi culturali apparentemente inconciliabili, e che grazie alla sua creatività si armonizzano in una forma visiva decisamente unica.

Le sue opere sono come giochi intellettuali dove la fantasia regna sovrana: Escher riusciva a cogliere la realtà del reticolo geometrico dietro le cose, riuscendo a farne composizioni che più tardi verranno chiamate “immagini interiori”.

Maurits Cornelis Escher arriva in Italia e scopre il meraviglioso paesaggio italiano, le campagne senesi e il mare di Tropea. Su questi paesaggio l’artista scovava la regolarità dei volumi, la dimensioni degli spazi, la profondità di città e borghi. Lontano dalla sua Olanda, si avventura negli spiazzi sconfinati della geometria e della cristallografia. Quando lascia l’Italia per visitare Cordoba in Spagna, la scoperta dell’Alhambra e il gioco di tassellature, tipica degli elementi decorativi dei monumenti moreschi, furono la causa di un ulteriore processo creativo.

Il percorso espositivo segue letteralmente lo sguardo di Escher affascinato dal paesaggio italiano, dai suoi scorci alle piccole cose, dalle foglie agli scarabei, dalla cavallette ai cristalli che egli osservava come incredibili architetture naturali e che riportava nelle sue opere meravigliosamente suggestive.
Il mondo dell’artista olandese è raccontato dall’esposizione non perdendo di vista nulla della sua formazione artistica e intellettuale: la compenetrazione di mondi simultanei, il passaggio continuo tra oggetti tridimensionali e bidimensionali, le ricerche psicologiche e percettive della Gestalt, le implicazioni matematiche e geometriche della sua arte, le leggi della percezione visiva e l’eco della sua opera nella società del tempo.

Il tutto senza perdere l’occasione di mettere a confronto con comparative quali Marcel Duchamp, Giorgio de Chirico, Giacomo Balla e Luca Maria Patella.

Info mostra Escher Roma

Quando
dal 20 settembre al 22 febbraio 2015

Dove
Chiostro del Bramante, Roma

Orario di ingresso
Tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00
Sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00
(la biglietteria chiude un’ora prima)

Aperture straordinarie

1 novembre 10.00 – 21.00
8 dicembre 10.00 – 20.00
24 dicembre 10.00 – 17.00
25 dicembre 16.00 – 21.00
26 dicembre 10.00 – 21.00
31 dicembre 10.00 – 18.00
1 gennaio 12.00 – 21.00
6 gennaio 10.00 – 21.00

Biglietti
Intero € 13,00 (audioguida inclusa)
Ridotto € 11,00 (audioguida inclusa)

Per maggiori informazioni: www.chiostrodelbramante.it

 

Chi è Maurits Cornelis Escher? Un maestro dell’illusione Escher, nato nel 1898 in Olanda e morto nel 1972, è un maestro nel suscitare questo piacere, attraverso illusioni ottiche di vario tipo. Mani che disegnano appartiene al genere delle figure ‘ad anello’, nelle quali è rappresentato un movimento senza principio né fine: altri esempi di questo tipo di illusione sono le opere Cascata e Salita e discesa. Fonte: Treccani.it

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top