di Serena Guarini

Se avete già visitato Lisbona e avete ancora qualche giorno da dedicarvi, ecco due mete da non perdere durante il vostro tour in Portogallo: Peniche e Sintra.

Visitare Peniche, tra mare e cultura

Peniche è una graziosa cittadina situata nella suberegione di Ovest nel distretto di Leiria. Spiagge spettacolari, il porto cittadino e il centro storico conferiscono a questo paese di pescatori un’atmosfera particolarmente suggestiva. Rappresenta inoltre la meta ideale per chi desidera abbinare il relax del mare alle passeggiate culturali e cariche di storia.

 

Un post condiviso da Genzomania (@genzomania) in data:

 

Come arrivare a Peniche da Lisbona

Se avete la necessità di raggiungere Peniche da Lisbona, potete servirvi della linea di bus extra-urbani. Il viaggio durerà circa un’ora e mezza. Trovate prezzi e orari sul sito web ufficiale: www.rede-expressos.pt

Cosa vedere a Peniche

La cittadina sorge su un promontorio a dir poco spettacolare. Lo potrete esplorare a piedi o in auto su un circuito di 6 km. Saliti in cima al punto più alto, il Capo Carvoeiro,  potrete godere di una vista eccezionale. Anche il centro cittadino è molto interessante; passeggiando per le vie potrete imbattervi nelle celebri merlettaie di Peniche, molto spesso riunite nei dintorni della Escola de Rendas de Bilros.
L’estremità meridionale della penisola di Peniche è dominata dalla Fortaleza.

peniche fortaleza

Si tratta di una fortezza costruita tra il XVI e il XVII secolo per scopi difensivi. Dal XX secolo la sua funzione è radicalmente cambiata; divenne infatti una prigione per i dissidenti politici durante il periodo fascista di Salazar.

peniche prigione

Oggi è un museo in cui trovano ampio spazio le prove della censura, della repressione e dell’autoritarismo del Regime fino alla sua caduta avvenuta il 25 aprile 1974, il giorno del Colpo di Stato conosciuto anche come “Rivoluzione dei Garofani “.

Leggi anche:   Visitare Lisbona, la signora malinconica e affascinante

Questo norme così particolare trova le sue origini proprio nei mercati di Lisbona ricchi di garofani nel momento in cui la notizia del colpo di stato iniziò a diffondersi. Allora le folle avevano iniziato a festeggiare finalmente la Libertà e, in segno del loro riconoscimento, avevano donato ai militari combattenti contro il Regime i fiori che furono introdotti poi nei loro fucili.

Se volete proseguire il viaggio nella storia della città, non potete perdervi il Santuario di Nossa Senhora dos Remédios, e le chiese di São Pedro e da Misericórdia.

Peniche però è anche mare e relax! Attualmente infatti è una delle mete preferite dai turisti che desiderano trascorrere giorni di vacanza in totale tranquillità. La zona è particolarmente ventosa, tanto da essere meta ideale per la pratica di surf e bodyboarding. La più celebre spiaggia dei surfisti è Medão Grande, conosciuta anche come spiaggia Supertubo, soprannome dovuto alle onde altissime e dalla forma a tubo.

peniche mare

Cosa mangiare a Peniche

Essendo una penisola esposta sull’Oceano, Peniche offre moltissimi ristoranti di pesce di ottima qualità. Ho potuto gustare un ottimo baccalà (uno dei piatti tipici di tutto il Portogallo) con diversi contorni al ristorante A Sardinha, che vi consiglio. Altri piatti forti da gustare a Peniche sono le sardine, la spigola, le cernie. Celebre è inoltre il “caldeirada” , una sorta di misto pesce e frutti di mare. E a proposito di frutti di mare, se li amate siete nel posto giusto: potrete apprezzare granchi, gamberi, vongole, ostriche, cozze e aragoste.

Visitare Sintra, la città gioiello

Sintra è un importante centro della regione storica dell’Estremadura. Dal 1995 il suo paesaggio culturale fa parte della lista dei Patrimoni dell’Umanità. Nel corso dell’Ottocento è stata definita come “Il posto più bello del Portogallo” dallo scrittore Hans Christian Andersen e “Giardino dell’Eden” dal poeta inglese Lord Byron.

sintra Giardino dell’Eden

Come arrivare a Sintra da Lisbona

Sintra si trova 25 km ad ovest da Lisbona. Vi consiglio di percorrere la distanza Lisbona-Sintra in treno, poiché le strette strade di collina sono poco adatte al traffico turistico in auto. Gli autobus invece prevedono tempi di percorrenza più lunghi.
I treni per Sintra rientrano nella rete ferroviaria urbana di Lisbona e sono gestiti da CP, la compagnia ferroviaria nazionale. Ci sono due linee utili per i turisti: dalla stazione Rossio a Sintra e dalla stazione Oriente a Sintra, via Entrecampos e Sete Rios (principali).

Leggi anche:   Cosa vedere a Milano in 2 giorni: luoghi e ristoranti da non perdere

Cosa vedere a Sintra

La posizione geografica ha favorito Sintra sin dalla Preistoria.  Fu residenza estiva dei re portoghesi ed è composta da tre parti distinte: Sao Pedro, centro commerciale, Estefania con la stazione ferroviaria e un grande parco pubblico, Vila Velha con il grande Palazzo Reale.

sintra-castello dettaglio rosone

I castelli da visitare sono tantissimi e anche molto ampi, per cui dovrete adoperarvi per fare delle scelte. Io ad esempio ho visitato il Quinta da Regaleira, un palazzo progettato da un architetto italiano, Luigi Manini e costruito tra il 1904 e il 1910. La cosa più inusuale è stata passeggiare al buio tra i vicoletti sotterranei di tutta la tenuta.

sintra-Quinta-da-Regaleira

sintra-Quinta-da-Regaleira

Durante la visita potrete ammirare, oltre il bellissimo castello, anche i giardini e le grotte. Troverete inoltre statue, laghetti, labirinti, piccoli templi, panchine e una vegetazione esotica che vi lascerà a bocca aperta.

castello-lago-sintra-

Altre strutture molto interessanti da vedere potrebbero essere il Palácio da Pena, che con i suoi 529 metri di altitudine è il più alto di Sintra, il Castello dos Mouros e  il Palácio Nacional de Sintra.

sintra palazzo da pena

Fuori dalla cittadina ci sono altri palazzi e giardini, come il Palácio de Seteais. Una esperienza molto suggestiva e particolare potrebbe essere quella di recarsi al Cabo da Roca, il punto estremo più occidentale d’Europa, chiamato dai Romani Promontorium magnum.

portugal-cabo-de-roca

Fino alla fine del XIV secolo, si credeva che le scogliere di Cabo da Roca segnassero la fine del Mondo. Per raggiungere questo punto da Sintra potreste noleggiare un’auto oppure servirvi dell’autobus numero 403 che vi porterà in 40 minuti a meta.

Il Portogallo è un Paese che offre tantissime esperienze da vivere: questi appena descritti sono solo due dei tesori di una Nazione piccola ma ricca di storia, cultura e forte personalità.
Vi aspetto per il prossimo viaggio!

Print Friendly, PDF & Email