Di Rossella Romano

Firenze, per la sottoscritta, è un’amica di vecchia data, che vai a trovare spesso e sempre con grandissimo piacere. Ho stampate nella memoria polaroid di questa splendida città in ogni stagione, dalla neve che imbianca il Duomo al tripudio della primavera dei giardini di Boboli al caldo torrido dell’estate con la conseguente ricerca di frescura fuori città. Amo molto la Toscana, una terra di affetti, di amore e di ricordi.

–> Cerca su Booking.com dove dormire a Firenze

Dove fare shopping alternativo a Firenze

Firenze è il luogo in cui mi rifugio quando ho voglia di bello, di elegante, di raffinato, di diverso. Scopro sempre qualcosa di nuovo e ringrazio le amiche “local” che, ogni volta, mi regalano chicche pazzesche.

La bottega del profumo

Una tappa fissa, ogni volta che sono in città, è Acquaflor (Borgo Santa Croce). Bottega del profumo dall’allure retrò. È magica, sembra di entrare in un sogno. Entrare in questa bottega, un vero e proprio gioiellino, è un’esperienza da provare, da vivere. Un tripudio di essenze, che danno vita a profumi unici e personalizzabili. La mia ricerca del bello inizia sempre da qui.

acquaflo firenze

Musica e vinili a Firenze

Bellezza, per la sottoscritta, fa sicuramente rima con musica. Adoro i vinili e ogni mio viaggio, ovunque vada e valigia permettendo, ha come tappa fissa l’acquisto di qualche vinile.

Su Firenze, meta obbligatoria da Data Records 93, in via Dei Neri. Una selezione di alternative, in particolare di gustose proposte punk e rarità, che mi fa trascorrere ogni volta gran parte del pomeriggio alla ricerca di vinili e a parlare di musica con gli altri clienti, tra pile di dischi (sono una milanese con sangue 100% campano, per me è una boccata di aria freschissima).

Leggi anche:   Shopping & The City, Alternative & Fancy Fashion a Milano

Altro indirizzo per gli amanti delle sette note è Rock Bottom Records, in via de’ Giraldi. Già dal nome si intuisce il punto di forza del negozio. Dai 60s e 70s agli anni 90, sino ad arrivare ai giorni nostri. Solo vinili nuovi e usati. Bellissimo.

 

Un post condiviso da vinylradar (@vinylradar) in data:

 

I negozietti vintage

Per il vintage, invece, due indirizzi culto per chi adora gli abiti del passato come me.

Uno è una gemma preziosa incastonata in via de’ Pilastri: Lady Jane B Vintage. Piccolo piccolo ma ricchissimo di proposte per tutti i gusti, da Londra con amore.

Poi c’è Ceri Vintage, in Via de’ Serragli. Ricercato, sartoriale, griffe selezionate con gradissimo gusto e attenzione. Il tutto in uno spazio curato nei minimi particolari. Veramente unico.

Merita assolutamente un giro Boutique Nadine, due concept store, uno situato in Lungarno Acciaiuoli 22r, l’altro in Via de’ Benci 32r, con proposte femminili e maschili di livello. Adoro i loro accessori, sempre particolari e fuori dagli schemi.

 

Un post condiviso da Ceri Vintage (@cerivintage) in data:

 

Firenze, i locali da vedere

Ma non si vive di solo shopping, no? Per una pausa tra un acquisto ed una galleria d’arte (e qui bisognerebbe aprire un capitolo a parte), ci vuole una sosta. Tra i miei preferiti c’è Santarosa Bistrot (ringrazio la mia amica Alessandra che me lo consigliò per un aperitivo). Un locale delizioso in tutti i sensi, in Lungarno Santarosa. Un posto stupendo con giardino, selezione di vini e cocktail super.

Leggi anche:   Puglia. Alla scoperta di Bari, città dal fascino unico

santarosa bistrot firenze

Volume, invece, rimane proprio in Piazza Santo Spirito, un luogo da vedere, scoprire e amare, con molte performace dal vivo.

Infine, per gli amanti dei sapori internazionali, c’è l’Hard Rock Cafè (un caro saluto ai ragazzi dello staff, che mi trattano sempre come una principessa punk). La location, in pieno centro, è spettacolare, un edificio storico, sede un cinema antico, il cibo è ottimo, ci sono un sacco di cimeli e memorabilia, e i drink sono da provare.

 

 

A marzo sarò a Firenze per visitare il museo Gucci, sono pronta a scoprire altre meraviglie mia cara Firenze!

Print Friendly, PDF & Email