A cura di @stefywanderlust

Dubai. Un perfetto connubio tra occidente e medioriente, una metropoli nel deserto che negli ultimi anni è diventata protagonista dei mercati mondiali, fino a essere definita la New York del Medio Oriente. Tutto questo e tanto altro è Dubai, la meta che ho scelto per il mio ultimo viaggio!

Per visitarla sono sufficienti anche quattro giorni, ma se si ha la possibilità di allungare la permanenza di un paio di giorni è d’obbligo partire per un’escursione nella vicina capitale degli Emirati, Abu Dhabi.

Per i cittadini italiani sarà sufficiente essere in possesso del passaporto in corso di validità.

Qual è il periodo migliore per fissare la vostra vacanza in questo angolo di paradiso?

Parte da novembre fino ad aprile, quando il clima è caldo ed umido. Potrete trascorrere delle piacevoli giornate in spiaggia o in piscina magari a prendere il sole. È assolutamente sconsigliato soggiornare in estate perché è il clima è così afoso da non permettere di godere appieno della vacanza (a meno che non vogliate passare da un centro commerciale all’altro, dove l’aria condizionata scende fino a 10 gradi!).

Le attrazioni da non perdere sono tantissime

Non sarà semplice scegliere cosa vedere, ecco quindi una lista delle tappe a cui non si può assolutamente rinunciare se si decide di andare a Dubai!

• Innanzitutto Dubai Marina, una delle zone più belle e futuristiche della città, ricca di locali, negozi e bar aperti fino a tarda notte. Consiglio di alloggiare proprio qui, se la sera non si ha voglia di prendere i mezzi o i taxi per spostarsi e di iniziare proprio da qui la scoperta della città.

dubai marina

(Un’ altra alternativa su dove alloggiare potrebbe essere nel Downtown, nei pressi del Burj Khalifa, anche in questo caso non avrete bisogno di cambiare quartiere e si potrà iniziare il viaggio al contrario da nord a sud).

Dubai Marina è strategica anche se si ha voglia di andare a prendere la tintarella, data la vicinanza alla spiaggia pubblica: Jumeirah Beach. Allo stesso tempo è anche molto romantica perché la sera offre lo skyline più bello di Dubai e, perché no, ci si può concedere una mini crociera nel porto o nei dintorni di Palm Jumeirah, per ammirare il mitico Atlantis Hotel.

Leggi anche:   Gli onsen giapponesi: alle terme tra neve e macachi

Un altro modo per esplorare Palm Jumeirah, un’isoletta artificiale a forma di palma ricca di resort di lusso è prendere la Dubai Monorail, in pochi minuti si arriverà alla fine e si potrà ammirare l’Atlantis. Se si viaggia con bambini, questa è la meta più indicata per loro e per tutta la famiglia perché ci si potrà divertire all’Aquaventure Waterpark o al The Lost Chambers Aquarium e si potrà nuotare con i delfini al Dolphin Bay.

Nel quartiere di Jumeirah, invece, svetta uno dei simboli di Dubai, il Burj Al Arab (foto in alto), uno degli hotel più lussuosi del mondo conosciuto perché a forma di vela. Se ci si vuole togliere lo sfizio di entrare, si può prenotare mesi prima un the pomeridiano (alla modica cifra di 350 euro! È sufficiente scrivere all’indirizzo mail BAArestaurants@jumeirah.com). Il Burj al Arab si trova di fronte a Jumeirah Beach, spiaggia pubblica da cui si potranno scattare bellissime foto ricordo! Nei dintorni c’è anche Kite Bech, un’altra spiaggia pubblica, amata dai kite surfer.

dubai burj
Dubai – panoramica da Burj Khalifa

• Dubai è dotata di splendidi centri commerciali, uno dei quali è il Mall of Emirates, che ha al suo interno una vera e propria pista da sci, lo Ski Dubai dove non si farà fatica a credere di essere ad alta quota, visti i -10 gradi.

Siamo nel quartiere di Al Barsha, perciò ci siamo spostati dalla costa all’entroterra e siamo più vicini al deserto.

• A questo punto non può assolutamente mancare una visita al magico Miracle Garden, un parco in cui ammirare splendide sculture fatte interamente da fiori. Basterà una mezza giornata per ammirare, archi di cuori e di farfalle, un aereo, un orso gigante, castelli, porticati, prati, tutti formati da profumatissimi fiori.

Leggi anche:   Cinque spiagge da sogno in Thailandia

dubai miracle garden

• Dubai offre proprio tutto, non manca in effetti la parte storica della città, sebbene sia una moderna e recente metropoli. Deira è il suo quartiere tradizionale, nel quale sono presenti i mercati più autentici come il Gold Souk, per andare a caccia dell’affare d’oro, il Fish Market, in cui trovare pesce fresco tutto il giorno, lo Spice Souk, in cui fotografare i colori più sgargianti delle spezie e portarne a casa le più tipiche. Un’altra cosa caratteristica da fare è attraversare il Creek in abra, l’imbarcazione locale che vi porterà sull’altra sponda (con solo un dirham!).

• Nel Downtown di Dubai, si trova uno dei primati della città, un edificio che qualsiasi macchina fotografica non riuscirà a inquadrare interamente, il suo simbolo: il Burj Khalifa. Si tratta dell’edificio più alto del mondo (ben 828 metri!) su cui è possibile salire prenotando almeno 30 giorni prima sul sito officiale per assicurarsi il biglietto nell’orario che desiderate (altrimenti sul posto saranno sold out o dovrete pagare molto di più, soprattutto se vorreste ammirare il panorama al tramonto, che è il momento della giornata più gettonato!). La sera, ai piedi del Burj Khalifa, dalle 18 in poi, si potrà godere dello spettacolo delle fontane, getti di acqua altissimi che si muovono a suon di musica. Importante consiglio: per accedere al Burj Khalifa si entra dal centro commerciale più grande del mondo, il Dubai Mall. All’interno vi è l’acquario a tre piani, nel quale si possono effettuare delle immersioni con la muta e, se si ha la possibilità, fare tanto ma tanto shopping.

Insomma, se amate fare acquisti e vorreste trascorrere una vacanza rilassante e all’insegna del lusso questo è di certo il posto giusto per voi!

 

Print Friendly, PDF & Email