Cosa fare e vedere a Venezia

venezia cosa vedere

Tra le mete più apprezzate e amate da milioni di turisti provenienti da tutto il mondo c’è senza dubbio Venezia, città che fa dell’unicità il suo maggior pregio.

Venezia abbina alla sua particolare condizione di città priva di strade, ma ricca di canali, moltissimi monumenti e musei importanti, come Piazza San Marco con la relativa basilica, il palazzo Ducale, il ponte dei Sospiri, il ponte di Rialto il Canal Grande e Il museo Guggenheim solo per citarne alcuni.

Ovviamente sono tutti luoghi ben conosciuti e facenti parte dell’immaginario collettivo, in quanto Venezia, da sempre assediata da turisti, è ritratta spesso in moltissimi film, fotografie e libri.

Stai cercando un hotel a Venezia? Noi vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono oltre 3.500 strutture con prezzi, foto e recensioni dei viaggiatori. Vai su Booking.com >

I posti imperdibili di Venezia

Nonostante la città sia veramente piena di moltissime attrazioni turistiche, ne esistono alcune che è davvero indispensabile visitare.

Piazza San Marco

Un soggiorno del capoluogo veneto deve obbligatoriamente iniziare dal cuore della città, Piazza San Marco, una delle piazze più importanti al mondo per via della rinomata architettura che la contraddistingue. In questa piazza, anche nota come il salotto d’Europa, oltre agli antichissimi caffè, si affacciano due tra i più importanti edifici veneziani: il Palazzo ducale e la basilica di San Marco con il campanile.

Palazzo Ducale

Il primo, un capolavoro del gotico veneziano, è il palazzo in cui anticamente risiedeva il doge, signore della città. Oggi ospita il museo civico di Palazzo Ducale e conta al suo interno alcuni inestimabili capolavori, opere realizzate da artisti come Tiziano, Canaletto e Tintoretto.

Basilica di San Marco

Altrettanto importante è sicuramente la basilica omonima, che unita al campanile alto ben 99 metri, costituisce il simbolo più riconoscibile dell’intera città. L’anno di costruzione dell’attuale basilica è da collocare intorno al 1063, ma l’aspetto che oggi la caratterizza è stato raggiunto solamente nel 1617. Nella basilica ha sede il Patriarcato di Venezia ed è contenuto il tesoro di San Marco, dei mosaici dall’inestimabile valore.

Biblioteca Marciana

Sempre nella medesima piazza ha sede, a Palazzo della Libreria, la Biblioteca Marciana, contenente alcuni tra i più importanti manoscritti greci, latini e orientali.

Ponte di Rialto e Ponte dell’Accademia

Spostandosi da Piazza San Marco è possibile raggiungere con pochi passi i due ponti più importanti della città: ponte di Rialto, che offre una vista esclusiva su tutto il Canal Grande e il ponte dell’Accademia, meno conosciuto ma estremamente importante, in quanto unico ponte realizzato in legno dell’intera città.

Arsenale di Venezia

Proseguendo con la passeggiata, è possibile arrivare all’Arsenale di Venezia, un antico complesso di cantieri e officine navali che oggi ospita il prestigioso museo Guggenheim. A partire dal XII secolo, l’Arsenale fu il vero cuore dell’industria navale di Venezia, che all’epoca faceva parte delle Quattro Repubbliche Marinare.

All’Arsenale è infatti legato il periodo più florido della storia della Serenissima, in quanto grazie alle navi qui costruite, i mercanti veneziani svilupparono una fitta rete commerciale con tutta Europa, tale da rendere la Repubblica Veneta incontrastata nella lotto contro gli ottomani nelle acque del mar Egeo.

La Fondamenta delle Zattere

Infine, non può mancare una visita a le Zattere, nel Sestiere di Dorsodurouna. Questo nome si deve al fatto che in passato falegnami facevano arrivare, tramite zattere, appunto, i tronchi che, trasportati lungo i fiumi, giungevano in laguna.

La Fondamenta sorgono in una posizione unica. Si affaccia infatti sull’isola della Giudecca e per questo permette di godere di una vista straordinaria sulla laguna e soprattutto di un’atmosfera piacevole e rilassata.

A questo punto, non tralasciate una visita alla chiesa del “Santissimo Redentore”, progettata da Andrea Palladio nel 1557.


I musei da visitare a Venezia

Già dal primo sguardo è possibile comprendere come questa città sia un museo a cielo aperto. Tra un giro in gondola e una passeggiata, infatti, il consiglio è quello di visitare alcuni tra i musei più importanti della città.

Uno di musei più importanti è il Museo Correr, situato nel quartiere San Marco. All’interno, sarà possibile ammirare alcuni capolavori capaci di illustrare la storia e la cultura delle città. Fa parte della Fondazione Musei Civici di Venezia, a cui appartengono anche altri importantissimi musei della città, come la Galleria Internazionale d’Arte Moderna, il Museo di Storia Naturale, il Museo del Vetro di Murano e il Museo del Merletto di Burano.

Questi ultimi due, situati nelle omonime isole sono tra i più importanti e apprezzati musei del Veneto. Il Museo del Vetro è uno dei simboli della venezianità nel mondo, il secondo invece ripercorre la storia del merletto di Burano, uno dei più rinomati e antichi merletti del mondo.


Il quartiere San Polo ospita invece un altro museo, la Scuola Grande di San Rocco, un edificio nato con lo scopo di ospitare una confraternita di laici e che al suo interno presenta importantissimi affreschi e altrettanto importanti opere d’arte, tra cui alcune di Tiziano e di Tintoretto.

Peggy Guggenheim Museum

Nel Palazzo Venier dei Leoni ha sede poi un altro importantissimo museo, il Peggy Guggenheim Museum. Il famoso museo, situato proprio sul Canal Grande, raccoglie la collezione personale di Peggy Guggenheim, ex moglie dell’artista surrealista Max Ernst. Questo museo, un tempo anche abitazione di Peggy Guggenheim, presenta una collezione ridotta rispetto agli altri musei Guggenheim nel mondo, ma sicuramente ugualmente importante. Il museo conta al suo interno opere realizzate dai più importanti artisti del XX secolo, come Picasso, Magritte, Dalì, Pollock e Fontana. Nel 2012, un’importante donazione ha portato il museo a esporre altre 83 opere, tra cui alcune di Warhol, Burri e Rothko.

Un giro il laguna

L’elemento dominante della città è senza dubbio la laguna, che con i suoi canali si disperde per tutta Venezia. Qualora si avesse un po’ di tempo, proprio davanti a Venezia sorgono alcuni piccoli isolotti che varrebbe davvero la pena visitare. Le più famose sono sicuramente quelle appartenenti alla laguna Nord, e sono le già citate Murano e Burano e la piccola Torcello.
Murano, è la sede delle più importanti aziende di lavorazione del vetro, mentre Burano è per eccellenza la città del merletto. Entrambe sono però caratterizzate dalla presenza di edifici coloratissimi, che rendono davvero uniche queste due piccole isole.
Torcello è invece altrettanto importante in quanto l’isola presenta un grandissimo patrimonio artistico. L’isola, che conta appena 11 residenti, conserva il ricordo del suo antico splendore nelle pochissime strutture che hanno resistito all’erosione, tra cui spiccano la chiesa di Santa Fosca, il Ponte del Diavolo e il Museo del Torcello.
Partendo da Venezia e scegliendo un tour organizzato, è possibile visitare in una sola giornata e, nelle isole di Murano e di Murano, ammirare da vicino un esperto artigiano intento a realizzare vetri o merletti.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da LOVES_UNITED ☆ VENEZIA (@loves_united_venezia)

Lido di Venezia

Un’altra importante isola è anche il Lido di Venezia, luogo in cui ogni anno viene svolto l’importantissimo festival cinematografico. Nel mese di settembre infatti, la città di Venezia organizza la più importante mostra del cinema italiano e vengono proiettati i film prossimi all’uscita. Non a caso, in questo periodo, tra un vicolo e l’altro è possibile incontrare alcune delle più importanti star cinematografiche mondiali.

Eventi a Venezia

Oltre a essere ricca di cultura, la città piena di eventi e tradizioni da vivere. Sicuramente, l’esperienza a cui nessun turista si può sottrarre è il giro in gondola, ma esistono altre tradizioni che vale la pena conoscere. La più importante è il carnevale di Venezia, che si svolge nel mese di febbraio, Durante il periodo di carnevale veneziani e turisti si mascherano da personaggi tipici della maschera italiana o, nella maggior parte dei casi, con abiti tradizionali veneziani.

Degno di nota è il Volo dell’Angelo, durante il quale il vincitore del prestigioso concorso di bellezza delle Marie del precedente carnevale, si lancia, attaccato a fune, dal Campanile di San Marco e raggiunge il vicino Palazzo Ducale.


Consigliate sono anche una visita all’antico Teatro La Fenice, specializzato nella messa in scena di opere liriche, e al teatro Goldoni, dove è possibile assistere alle commedie del famoso maestro veneziano.

Cosa e dove mangiare a Venezia

Purtroppo, la maggior parte dei ristoranti a Venezia presenta prezzi molto alti, nonostante ciò, alcuni posti meritano di essere almeno visitati. Su piazza San Marco, i due principali bar, Caffè Florian(il più antico bar del mondo) e Caffè Quadri sono due veri e propri musei. I bar risalgono infatti al XVIII secolo e dispongono di sale interne finemente decorate.

Molto importante è anche il famoso Harry’s bar, locale che negli anni ha ospitato personaggi come Hemingway, Chaplin, Toscanini e Braque e nel quale è stato inventato il famoso cocktail Bellini e il carpaccio di manzo.
Gli altri locali di Venezia, presentano un menù a base di classiche specialità veneziane e venete, come per esempio fegato alla veneziana, risi e bisi, baccalà fritole e sarde in saor.

Scopri le migliori offerte per dormire a Venezia


Cerca un hotel a Venezia

Booking.com

You May Also Like